40ème de Ligne

Il 40me Régiment Infanterie de Ligne, che annovera fra i suoi antenati il Régiment Gardes Fracaises e la Garde Nationale de Paris, ha vissuto in prima linea tutta l’epopea napoleonica, accompagnando il Primo Console prima e l’Imperatore poi, in ogni angolo d’Europa contribuendo in maniera significativa ai suoi successi.

I suoi reparti già impiegati negli anni immediatamente successivi alla Rivoluzine Francese nella lotta agli insorti della Vandea, si distinguono sotto il nome di 40me Demi Brigade alla battaglia di Arcole.

Negli anni seguenti troviamo la 40me Demi Brigade presente nella seconda Campagna d’Italia che avrà il suo epilogo nella battaglia di Marengo nel giugno del 1800.

Tra le numerose battaglie a cui il 40me Régiment Infanterie de Ligne ha preso parte possiamo ricordare le più conosciute: Ulm, Austerlitz, Jena, Somo Sierra, Essling, Wagram, Lipsia.

L’Associazione “Il Segno del Passato” ha scelto di ricreare questo Reggimento per mantenere un legame con la storia del proprio territorio, in quanto si tratta dell’unità che congiuntamente alla 22me D.B. conquistò Ivrea e qualche giorno dopo sbaragliò gli austriaci sulla riva del Chiusella dando vita alla prima vera battaglia della seconda Campagna d’Italia.

156ème de Ligne

 

Il 156me Régiment Infanterie de Ligne viene formato nel 1813. Nei primi mesi dell’anno, Napoleone è indotto a rinforzare l’esercito per tenere testa all’imminente urto con la Prussia e con l’Austria. A tale scopo sono chiamate in servizio attivo le “coorti” della Guardia Nazionale di tutti i dipartimenti dell’Impero, che da allora entrano a far parte definitivamente dell’esercito francese. I dipartimenti piemontesi della 27a Divisione Militare forniscono circa 1800 uomini a comporre la 82a e 83a “coorte”, composte ognuna da sei compagnie di fucilieri, una di artiglieri ed una di deposito. Nel gennaio 1813 le due “coorti” formano il 156me Régiment Infanterie de Ligne, che viene inviato nella Francia del nord. Il 156me Régiment partecipa alla campagna contro la Coalizione del 1813, combattendo a Bautzen, Montereau e nella difesa di Parigi.

L’Associazione “Il Segno del Passato” nel ricreare questa unità, ricorda i nostri antenati conterranei che combatterono tra le sue file, coscritti arruolati nel Dipartimento  della Dora, che era a tutti gli effetti territorio dell’Impero Francese.

 

9ème de Ligne

 

Il 9éme Régiment infanterie de Ligne è uno dei reggimenti più antichi della storia di Francia avendo avuto origine nel 1615 con il nome di Régiment Normandie. Sotto la guida del
generale Jourdan viene inviato alle frontiere minacciate dagli austriaci nel 1796 e nella campagna d’Egitto dal 1798 al 1801.
Nel 1805 partecipa alle battalgie di Hollabrun ed Austerlitz, ove in particolare affronta e sconfigge unità russe presso il lago Sokolnitz. Nel 1809 è presente alla vittoria di Wagram, ma le pagine più gloriose per il reggimento sono scritte durante la campagna di Russia, con la presa della grande ridotta di Borodino. Un mese prima i superstiti di una compagnia di volteggiatori del 9me Régiment erano stati insigniti della Légion d’Onore dall’Imperatore in persona, per aver protetto da soli, contro forze soverchianti di cavalleria russa, il fianco dell’intera armata a Vitebsk.
Il 9me Régiment infanterie de Ligne arruolò tra le sue fila parecchi piemontesi; ricreando questa unità, l’Associazione “Il Segno del Passato” intende ricordare tali soldati che, sebbene nemici storici dei francesi, scelsero di seguire l’Imperatore e la forza delle sue idee, combattendo nei suoi ranghi da piemontesi e uomini liberi.